I.I.S. J.C. Maxwell

InformaticaTelecomunicazioniBiotecnologie
Liceo ScientificoLiceo Socio EconomicoEnergia

I.I.S. J.C. Maxwell

InformaticaTelecomunicazioniBiotecnologie
Liceo ScientificoLiceo Socio EconomicoEnergia

Terzo posto della 5A LSA al progetto Open Road Alliance: la premiazione a Roma.

La classe 5A LSA del IIS Maxwell di Nichelino è stata premiata il 16/09/2021 a Roma, nel corso della Settimana Europea della Mobilità del 2021, alla presenza del Ministro dei Trasporti e Infrastrutture Enrico Giovannini. A ricevere il premio una delegazione di 5 ragazze e ragazzi (Giorgia Balice, Rebecca Consorte, Irene Delpero, Cristian Passiatore e Alessandro Sgarbi) in rappresentanza di tutta la classe, collegata da Nichelino in streaming. La classe 5A LSA del Maxwell si è classificata terza tra le 10 vincitrici per aver partecipato al contest per la realizzazione del “Manifesto” grazie all’elaborato dal titolo “Ma come ti muovi?, un video racconto ironico volto a sensibilizzare lo spettatore sulle possibili scelte di mobilità che si devono affrontare quotidianamente.

Durante la manifestazione è stato presentato il “Manifesto della mobilità sostenibile della scuola italiana”, frutto del percorso formativo durato oltre un anno e del lavoro di 1.863 ragazze e ragazzi di 93 classi quarte, di 57 scuole dalle 14 città metropolitane italiane, guidati da 240 docenti. Il Progetto O.R.A. (Open Road Alliance) promosso da Cittadinanza attiva e Fondazione Unipolis è nato per promuovere una nuova cultura della mobilità e permettere ai giovani di immaginare città migliori, dove la strada è un bene comune per tutti, formando cittadini consapevoli, che adottano stili di vita sostenibili anche sulla strada.

“Il nostro intento, spiegano i ragazzi della 5A LSA, è stato quello di far riflettere sulla mobilità sostenibile partendo dalla nostra esperienza di cittadini che si devono muovere in una realtà dell’Hinterland di una grande città metropolitana come quella di Torino”.

“Il nostro lavoro – ha spiegato uno dei registi e sceneggiatori – Cristian Passiatore, ha voluto mantenere l’attenzione non solo sulla tematica della sostenibilità, ma portare a livello nazionale la voce e il punto di vista di chi vive in periferia”. Inoltre – continua Rebecca Consorte che ha contribuito alla sceneggiatura – abbiamo voluto affrontare questi temi senza inseguire chimere o voli pindarici, ma mantenere ben ancorato il nostro elaborato alla realtà di tutti i giorni.

A vincere il primo premio la 5I del Liceo Scientifico “Salvemini” di Bari e al secondo posto la classe 5 AS del Liceo Scientifico Scienze Applicate “Malpighi” di Bologna.

Condividi questo articolo