I.I.S. J.C. Maxwell

InformaticaTelecomunicazioniBiotecnologie
Liceo ScientificoLiceo Socio EconomicoEnergia

I.I.S. J.C. Maxwell

InformaticaTelecomunicazioniBiotecnologie
Liceo ScientificoLiceo Socio EconomicoEnergia

Maxwell: No agli stereotipi

Si è tenuta il 10 giugno presso l’Open Factory la premiazione del Concorso “No agli stereotipi” bandito dal Comune di Nichelino. Nel corso della manifestazione sono intervenuti il Sindaco di Nichelino Giampietro Tolardo, l’Assessora alle Pari Opportunità Valentina Cera, le operatrici del Centro E.M.M.A., la Dirigente Scolastica dell’Istituto “J. C. Maxwell” Prof.ssa Luciana Zampolli e una rappresentanza di docenti degli istituti che hanno aderito al progetto. Ha coordinato il progetto la prof.ssa Alessandra Masante, docente di Informatica dell’istituto Maxwell.

Il concorso, rivolto agli istituti di istruzione superiore della città, ha avuto come tema gli stereotipi di genere ed è stato declinato in tre diversi ambiti: mass media, pubblicità e social network.

Nei mesi di febbraio e marzo le classi coinvolte hanno partecipato a una serie di incontri con le operatrici del Centro Antiviolenza E.M.M.A., alla fine dei quali hanno realizzato in autonomia un progetto multimediale sulla tematica proposta.

Un gruppo di studenti della 5 A LES, coordinati dalla Prof.ssa Silvia Crosetto, si è
aggiudicato il terzo posto presentando un progetto multimediale sul tema degli stereotipi nei
mass media.

La classe 3 C LES, coordinata dalla Prof.ssa Maria Lucia Sparacino, ha ottenuto il secondo posto con un video sul tema degli stereotipi nei social network.

Primo posto per un gruppo di studenti della 4 B INFO che, coordinati dal Prof. Vincenzo Maiarota, hanno presentato un video sul tema degli stereotipi di genere negli spot pubblicitari.

L’evento conclusivo del progetto che ha visto sul podio tre classi del nostro Istituto arriva al termine di un anno difficile contraddistinto da lunghi mesi di didattica a distanza, durante i quali tuttavia gli allievi non hanno perso la voglia di mettersi in gioco e riflettere su una tematica tanto attuale e vicina alla loro sensibilità come quella degli stereotipi di genere.

Un plauso quindi va a tutti gli studenti e i docenti coinvolti nel progetto!

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email