I.I.S. J.C. Maxwell

InformaticaTelecomunicazioniBiotecnologie
Liceo ScientificoLiceo Socio EconomicoEnergia

I.I.S. J.C. Maxwell

InformaticaTelecomunicazioniBiotecnologie
Liceo ScientificoLiceo Socio EconomicoEnergia

L’azienda BTREES incontra le classi quinte del Maxwell

Mercoledì 23 marzo si è tenuto in Aula Conferenze un incontro fra le classi 5A Tele, 5A e 5B Info dell’istituto “J. C. Maxwell” con Christian Zegna, il creatore di BTREES, una startup ormai ben avviata che fornisce servizi di comunicazione digitale.

L’incontro è iniziato con una presentazione dettagliata di quello che è stato il percorso dell’azienda fino ad oggi, le avversità incontrate e i punti di forza. Non sono mancati consigli e suggerimenti utili, anche in risposta alle domande degli studenti. Tra questi quello di creare una base solida su cui lavorare e soprattutto puntare sulla credibilità del proprio progetto e della propria startup, eventualmente cercando i primi clienti a costo zero e creando con loro un rapporto di fiducia. Altro suggerimento importante: affidarsi a banche o altre attività conosciute e affidabili.

Dopo la presentazione dell’azienda si è aperto un dibattito che si è rivelato notevolmente stimolante. Personalmente ho scoperto diversi aspetti delle startup che tendenzialmente non si possono imparare senza confrontarsi con chi ha esperienza pratica nel campo. Talvolta, per esempio, si pensa che all’inizio conti solo avere una buona idea, in realtà ci sono tanti altri fattori che possano influenzare la riuscita del progetto, fattori che vanno analizzati e considerati prima di avviare la propria attività, poiché la mancata considerazione di uno di essi potrebbe effettivamente mandare in fumo tutto il lavoro svolto fino a quel momento. Ciò non vuol dire che bisogna scoraggiarsi e abbandonare le proprie idee, al contrario occorre continuare a crederci per far sì che abbiano il successo che meritano.

Quella con BTREES è stata un’esperienza molto interessante, indispensabile per gli allievi dei corsi di Informatica e Telecomunicazioni che intendono entrare in questo mondo dopo il diploma o hanno già un progetto in tasca e non hanno ancora avuto modo di confrontarsi con una vera startup.

Condividi questo articolo